fbpx

Covid 19, Informazioni per i Viaggiatori (aggiornate e interpretate)

Il 15 Maggio 2021 è ufficialmente terminato l’obbligo di quarantena per chi entra in Italia provenendo da tutti i Paesi UE e dell’area Schengen.

Per il momento la notizia non trova corrispondenza sulle indicazioni per i viaggiatori sul sito del Ministero della Salute ma soltanto tramite nota ufficiale del Ministro Speranza sul sito stesso, proviamo quindi a fare chiarezza ed a spiegare tutte le varie casistiche in attesa che anche le FAQ ufficiali vengano aggiornate.

  • Sono un cittadino dell’Unione Europea, posso venire in Italia per turismo o qualsiasi altro motivo?
    • Sì, basterà esibire all’arrivo un tampone molecolare o antigenico con esito negativo, effettuato nelle 48 ore che precedono l’arrivo in Italia
  • Sono consentiti i viaggi soltanto dall’Unione Europea?
    • No, lo stesso obbligo di presentazione di tampone negativo si applica anche a tutti i paesi dell’area Schengen, oltre che Gran Bretagna ed Israele
  • Sono vaccinato, posso venire in Italia senza obbligo di tampone?
    • Forse, purtroppo qui si entra nel merito dei chiarimenti che ancora stiamo attendendo; sembrerebbe che il certificato di vaccinazione farà cadere l’obbligo di tampone ma attendiamo conferme
  • Ho avuto il Covid nei mesi scorsi come devo comportarmi?
    • Come sopra, anche qui le voci si rincorrono e sembra che fornire la prova di aver contratto il virus nei 6 mesi precedenti sarà sufficiente per entrare in Italia senza tampone e/o vaccinazione, ma anche qui attendiamo chiarimenti
  • Come posso tenermi aggiornato?
  • Ho capito che se faccio un tampone e provengo da uno dei paesi consentiti posso venire a prescindere dal vaccino, ma una volta in Italia cosa posso fare?
    • Una volta arrivati in Italia si deve sottostare alle norme relative alla suddivisione in zone “colorate” vigente in Italia; al momento per fortuna quasi tutto il paese si trova in zona Gialla, quindi a basso rischio. La nostra Toscana prevede quindi le seguenti norme di comportamento:
      • È consentito, dalle ore 5.00 alle 22.00 e comunque nel rispetto dei limiti orari stabiliti per gli spostamenti, il consumo al tavolo esclusivamente all’aperto nei bar, nei ristoranti e nelle altre attività di ristorazione. Fino al 31 maggio 2021 compreso non è invece consentito il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali. Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita anche la vendita con asporto di cibi e bevande. La consegna a domicilio è consentita senza restrizioni, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Dal 1° giugno 2021 sarà consentita l’attività dei servizi di ristorazione, svolta da qualsiasi esercizio, anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle ore 5.00 alle 18.00. L’ingresso e la permanenza nei locali da parte dei clienti sono consentiti per l’uso dei servizi igienici, per effettuare il pagamento del conto (ove non fosse possibile effettuarlo all’esterno) o per acquistare i prodotti per asporto, per il tempo strettamente necessario a tali necessità e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio.
      • Non sono previste limitazioni alle categorie di beni vendibili. Le attività commerciali al dettaglio si svolgono comunque a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni.
      • Il servizio di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura è assicurato, dal lunedì al venerdì, con modalità di fruizione contingentata nel rispetto delle misure anti-Covid. Il sabato e i giorni festivi il servizio è assicurato a condizione che l’ingresso sia stato prenotato on line o telefonicamente con almeno un giorno di anticipo, sempre con modalità di fruizione contingentata nel rispetto delle misure anti-Covid. Alle stesse condizioni sono aperte al pubblico anche le mostre.
      • Dal 26 aprile 2021, è di nuovo possibile, in questa zona, tenere spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club (locali di musica dal vivo, nei quali non è comunque consentita l’attività di ballo) e in altri locali o spazi, anche all’aperto. Gli spettacoli in presenza di pubblico devono svolgersi esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale.
      • L’attività dei centri termali adibiti a presidio sanitario, limitatamente all’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative e terapeutiche è sempre consentita. Dal 1° luglio 2021 sarà consentita anche, in questa zona, l’apertura al pubblico dei centri termali, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida di settore.
      • A chi si trova in zona gialla sono consentiti i seguenti spostamenti:
        – senza limiti di orario, verso tutto il territorio nazionale, se lo spostamento avviene per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;
        – dalle ore 5.00 alle 22.00, verso località della zona bianca o gialla, senza doverne giustificare il motivo;
        – dalle 5.00 alle 22.00, verso tutto il territorio nazionale, se la persona che si sposta è in possesso di una “certificazione verde COVID-19” valida (si veda la FAQ specifica).
        È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
      • I dispositivi di protezione delle vie respiratorie (meglio conosciuti come mascherine) devono essere obbligatoriamente indossati sia quando si è all’aperto, sia quando si è al chiuso in luoghi diversi dalla propria abitazione, fatta eccezione per i casi in cui è garantito l’isolamento continuativo da ogni persona non convivente.
        L’obbligo non è previsto per:
        – bambini sotto i 6 anni di età;
        – persone che, per la loro invalidità o patologia, non possono indossare la mascherina;
        Inoltre, non è obbligatorio indossare la mascherina, sia all’aperto che al chiuso:
        – mentre si effettua l’attività sportiva;
        – mentre si mangia o si beve, nei luoghi e negli orari in cui è consentito;
        – quando si sta da soli o esclusivamente con i propri conviventi.

Questa al momento è il quadro più chiaro che possiamo darvi, ci impegniamo a tenere aggiornata questa pagina per aiutare soprattutto i nostri ospiti stranieri a districarsi tra gli adempimenti richiesti, quindi non esitate a contattarci su tutti i nostri canali per qualsiasi dubbio.

Siamo già ripartiti, ci aspettiamo una bella stagione e non vediamo l’ora di accogliervi.

iconfinder_media_social_media__social__whatsapp__3184113

Book
Call